“Contratto di governo”, la disabilità non è solo un ministero

Testo estratto da www.superabile.it

C’è il ministero per la disabilità e c’è il caregiver, ma manca il “dopo di noi”; c’è il fondo per la non autosufficienza, ma manca la cifra; c’è l’inclusione scolastica e lavorativa, ma manca l’aumento delle pensioni d’invalidità; c’è la Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità, manca il Programma d’azione biennale.

La disabilità insomma c’è, nel “contratto di governo”, ma alcune questioni fondamentali restano fuori. È quel che si scopre scorrendo il testo ed è quanto hanno subito notato le due federazioni delle principali associazioni per la disabilità, Fish* e Fand, a cui abbiamo chiesto un parere “a caldo”.

Continua a leggere

Annunci

Il nuovo spettacolo della Compagnia dei Cirindelli – Anffas Cremona Onlus va in scena a Cremona

La Compagnia dei Cirindelli – Anffas Cremona Onlus è lieta di presentare lo spettacolo “Il filo che segue… gli intrecci della vita” in scena lunedì 28 Maggio alle 10.30 (per le scuole) e alle 20.30 e giovedì 31 maggio alle 20.30 presso il Teatro Monteverdi a Cremona.

Lo spettacolo autoprodotto è il risultato del lavoro all’interno dei laboratori di Teatro, Danzamovimentoterapia e Hip hop dei Servizi di Anffas Cremona Onlus. Questi laboratori sono diretti da Marcella Bonelli (Danzamovimento),  Serena Buongiorno (Teatro) e Christian Perego (Hip hop). La regia dello spettacolo è a cura di Serena Buongiorno.

Ogni singola storia, di ogni singola persona, ha un inizio  e una fine da qualche parte nel tempo.

Questo inizio, per noi uomini, viene chiamato nascita; per alberi e fiori si parla di germogli; per il sole e le altre stelle s’intende l’alba.

Nel mezzo si trova un lungo percorso, chiamato vita, composto da ripide discese ed estenuanti salite. Da piogge torrenziali e siccità infinite.

Come ogni germoglio, crescendo, da forma alla chioma di un albero, così per gli uomini ciò accade con i ricordi.

Ricordi, momenti brutti e momenti felici, unico strumento della verità quando le maschere vengono tolte e gli specchi riflettono solo la luce e non più le ombre.

Questo spettacolo è inserito nella rassegna cittadina “Tra Palco e Città 2018”, organizzata dal Comune di Cremona. L’ingresso è gratuito ed è necessaria la prenotazione entro le ore 12 di lunedì 28 maggio per gli spettacoli di lunedì 28 maggio e giovedì 31 maggio alle 20.30 (aperti alla cittadinanza) ed entro le ore 12 di venerdì 25 maggio per lo spettacolo di lunedì 28 maggio alle 10.30 (spettacolo per le scuole).

La Compagnia dei Cirindelli nasce nel 2006 all’interno del laboratorio di teatro dei Centri Diurni di Anffas Cremona Onlus, e con gli anni ha deciso di diversificare le proposte educative inserendo nel 2011 anche il laboratorio di Danzamovimento e dal 2016 anche il laboratorio di Hip hop.

Anffas Cremona Onlus invita quindi tutti i cittadini a partecipare a questo concerto, a conoscere l’associazione, le famiglie e gli amici che la compongono e le tante attività ed iniziative che ogni giorno vengono realizzate per promuovere un futuro di pari opportunità, pari diritti ed inclusione.

La Conferenza Unificata approva piano interventi per servizi contro la povertà

Testo estratto da Anffas Onlus

È stato approvato il 10 maggio u.s. dalla Conferenza Unificata il decreto di riparto delle risorse destinate alla realizzazione del Piano per gli interventi e i servizi sociali di contrasto alla povertà.

Primo strumento programmatico per l’utilizzo della quota dei servizi del Fondo povertà, il Piano fissa obiettivi comuni da garantire su tutto il territorio nazionale e rappresenta il documento chiave per l’attuazione del REI come livello essenziale delle prestazioni.

Continua a leggere

“I servizi di emergenza siano accessibili”: appello al Consiglio d’Europa

Testo estratto da Press-IN

Chiedere aiuto è un diritto e tutti devono avere la possibilità di rivolgersi ai servizi che gestiscono le chiamate d’emergenza: per questo non può essere accolta la proposta del Consiglio d’Europa, che esclude questo tema dall’Accessibility Act. La denuncia arriva da un gruppo di organizzazioni, tra cui lo European Disability Forum, che rivolgono un appello al Consiglio, chiedendogli di includere e applicare i requisiti di accessibilità ai servizi di emergenza, attualmente per lo più inaccessibili a molte persone con disabilità. Continua a leggere

Keep Talking, il nuovo spettacolo di Liberamusica il 14 maggio al Teatro Monteverdi

Il prossimo lunedì 14 maggio 2018 alle ore 21, presso il Teatro Monteverdi di Cremona, l’orchestra di Liberamusica di Anffas Cremona Onlus, formata da persone con e senza disabilità, presenta  lo spettacolo “Keep Talking”, concerto che ha come tema l’importanza della parola e della comunicazione in generale.

L’esibizione rappresenterà con la musica come, attraverso le parole, ognuno di noi può donare a qualcun altro la massima felicità oppure portarlo alla totale disperazione. Le parole preziose dette da chi ci vuole davvero bene e ci apprezza suscitano emozioni forti; siano esse apprezzamenti, consigli o rimproveri costruttivi, è importante ascoltare ben disposti e farne tesoro.

Sul palcoscenico del Teatro Monteverdi si esibirà l’orchestra di Liberamusica di Anffas Cremona Onlus, formata da circa 30 persone con e senza disabilità, alcuni di loro ospiti delle attività dell’associazione, altri semplicemente volontari dell’associazione cremonese.

Liberamusica ha ricevuto un finanziamento del Bando Think Town III del Comune di Cremona e fin da subito si è proposto come finalità generali il miglioramento della qualità della vita delle persone con disabilità e la tutela del diritto all’integrazione e inclusione nel contesto sociale di appartenenza, attraverso attività artistico-espressive. Dalla sua nascita, l’orchestra di Liberamusica ha partecipato a diversi eventi quali la Festa del Disabile a Ostiano, la Festa della Musica a Cremona, la Festa dell’Auser di Vescovato e l’Arci Festa a Cremona.

Il concerto è reso possibile grazie al patrocinio e la collaborazione del Comune di Cremona, e l’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria al numero 0372.26612. Le prenotazioni potranno realizzarsi fino alle ore 12 del giorno di lunedì 14 maggio.

Anffas invita quindi tutti i cittadini a partecipare a questo concerto, a conoscere l’associazione, le famiglie e gli amici che la compongono e le tante attività ed iniziative che ogni giorno vengono realizzate per promuovere un futuro di pari opportunità, pari diritti ed inclusione.

 

Autismo: vanno approvate le nuove Linee di Indirizzo, no a ulteriori rinvii!

Testo pubblicato da www.superando.it e qui ripreso per gentile concessione

Sono deluse e preoccupate, le persone con autismo, le loro famiglie e le associazioni che le rappresentano riunite nel Coordinamento Autismo della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), e vivono come una vera e propria doccia fredda la decisione della Conferenza Unificata Stato-Regioni-Province Autonome di rinviare al 10 maggio l’approvazione dell’Aggiornamento delle Linee di Indirizzo per la promozione ed il miglioramento della qualità e dell’appropriatezza degli interventi assistenziali nei disturbi dello spettro autistico, così come previsto dalla Legge 134/15 (Disposizioni in materia di diagnosi, cura e abilitazione delle persone con disturbi dello spettro autistico e di assistenza alle famiglie) e a seguito della produzione, lo scorso anno, dei nuovi LEA (Livelli Essenziali di Assistenza), con il Decreto del Presidente del Consiglio (DPCM) del 12 gennaio 2017.

Continua a leggere

I bambini multano chi parcheggia nei posti per disabili

Testo estratto da Press-IN

Chissà se qualcuno degli automobilisti sanzionati, dopo l’inevitabile sospiro di sollievo («Ah, ma è soltanto una multa finta…»), s’è fermato un attimo a pensare alla lezione di civiltà impartita da un ragazzino di seconda media che potrebbe essere suo figlio. Magari la prossima volta non parcheggerà più la macchina su un posto riservato ai disabili senza averne diritto, o davanti a una rampa che invade uno scivolo, o sopra un marciapiede che rende impossibile il passaggio di una persona in carrozzina. Con tutto il rispetto per la categoria, a volte uno studente può essere più severo di un vigile urbano.

Alcuni giorni fa, a Modena, la professoressa Daniela Vignocchi ha chiesto ai ragazzi di tre classi della scuole medie Lanfranco di chiudere i libri di educazione tecnica, la materia che insegna, e andare in strada a vedere dal vivo cosa sono le barriere architettoniche. È un progetto al quale la docente si dedica dal 2015 con l’aiuto di un genitore, Marco Fiorentini, rimasto disabile sei anni fa dopo un incidente. Continua a leggere