Alle mamme servirebbe una società più equa

Testo estratto da www.superando.it e qui ripreso per gentile concessione

Layout 1Non è certo una novità constatare come le mamme italiane siano accomunate da una condizione di svantaggio sociale, professionale ed economico riconducibile alla disparità di genere, all’iniqua distribuzione del lavoro di cura familiare («le donne italiane over 15 dedicano al lavoro familiare non retribuito circa 5 ore e 9 minuti al giorno, contro le 2 ore e 22 minuti degli uomini»), ad un’organizzazione del lavoro retribuito che non tiene conto di queste esigenze (e tende a marginalizzare chi le deve svolgere), alla mancanza di servizi pubblici per l’infanzia.

Come sono buone le mamme, come sono belle, come sono brave, e quanto le amiamo, e quanto sono importanti, e quanto sono indispensabili… Se solo una piccola parte dei proclami d’amore che circolano, più o meno platealmente, nei giorni della Festa della Mamma fossero veri, non si capisce come mai lo svantaggio a cui la maternità le espone continui a caratterizzare la nostra società.

Scarica il Rapporto Mamme 2016 elaborato da Save the children

>> Leggi la notizia completa cliccando qui

 

Annunci