L’operatore S.A.A.P. :

Partecipa previa autorizzazione del dirigente scolastico o di suo delegato alle riunioni del consiglio di classe, alla programmazione delle attività e ai momenti di verifica con gli insegnanti, singolarmente e/o riuniti negli Organi Collegiali, con i referenti delle strutture medico-sanitarie e con i servizi territoriali, nonché, alle sedute del Collegio Docenti nelle quali siano previsti all’O.d.G. temi e problematiche direttamente connessi agli alunni in difficoltà; agli incontri delle Commissioni H e dei G.L.H. istituiti nelle scuole autonome ai sensi dell’art. 15 della L. 104/92 su invito del dirigente scolastico.

Nelle forme e nei tempi concordati con la famiglia, la scuola, i Servizi Sociali e la Commissione SAAP Distrettuale, e visti i progetti particolari, collabora alla realizzazione di iniziative e attività attraverso cui la scuola e i servizi territoriali mirano, congiuntamente, all’integrazione dell’alunno disabile in altre strutture del territorio.

Durante la sospensione estiva delle lezioni, può dare la propria disponibilità ad operare a sostegno dei minori disabili, per la realizzazione delle iniziative ricreative eventualmente attivate, garantendo, dove è possibile e proficua, la continuità dell’intervento sull’alunno seguito in ambito scolastico

Si rende disponibile, congiuntamente ai referenti scolastici, ad incontri con la famiglia per valutare, monitorare e potenziare il progetto educativo /didattico/ assistenziale attivato, per considerare eventuali criticità, per ragionare su possibili soluzioni.