“Accesso alle cure: l’Italia resta indietro”

Puntata 15: Intervista a Nicola Panocchia, coordinatore del Comitato Scientifico della Carta dei diritti delle persone con disabilità in ospedale promossa dalla cooperativa Spes contra spem Onlus«I bisogni sanitari delle persone con disabilità sono ancora molto sottostimati”. Sono queste le parole di Nicola Panocchia, coordinatore del Comitato Scientifico della Carta dei diritti delle persone con disabilità in ospedale promossa dalla cooperativa Spes contra spem Onlus 

In questa puntata, l’articolo 25 (Salute) della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità è il protagonista.

Questa intervista fa parte della rubrica mensile che insieme al settimanale Mondo Padano e alla cooperativa Ventaglio Blu organizziamo alla scoperta dei progetti e delle organizzazioni che rendono effettivi gli articoli della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità.

Ogni intervista riguarda uno o vari articoli della Convenzione con lo scopo di approfondire non solo sul contenuto dell’articolo in sé ma soprattutto di scoprire le diverse modalità attraverso le quali ogni singolo articolo si “cala” nella nostra società, sia attraverso specifici progetti sia attraverso modifiche normative e/o legislative che negli anni hanno migliorato le condizioni di vita delle persone con disabilità.

Per avere ulteriori informazioni è possibile contattare l’associazione Anffas Cremona all’indirizzo info@paolomorbianffas.it

È possibile scaricare l’intervista a questo link

Pubblicità

Torna a Ostiano la festa in difesa dei diritti delle persone con disabilità

Festa Ostiano2022 (2)Una formula consolidata che, negli ultimi anni, ha trovato continuità perché – come spiegano dal comitato organizzatore – «sono i nostri storici avventori che ci chiedono questa programmazione».

È con queste premesse che, giovedì 29 settembre, si aprirà in piazza Bruno Pari a Ostiano la tensostruttura allestita per la diciannovesima “Festa delle persone con disabilità”. Oltre agli aspetti più ricreativi, sarà confermato anche il fine storico dell’iniziativa: far sentire la voce delle persone con disabilità e delle loro famiglie, ma anche di tutti coloro che ogni giorno combattono per far rispettare i loro diritti. Fin dalla prima edizione, il motore della manifestazione è Clara Penzani che, con il patrocinio del Comune e la collaborazione della sezione Anffas di Cremona, aggrega tutti gli anni numerosi volontari al fine di proporre quattro giorni all’insegna della musica, della cucina e dell’allegria, elementi da sempre caratterizzanti della festa; peraltro l’unica sul territorio finalizzata nello specifico al sostegno delle attività dell’associazione di via Gioconda 5 a Cremona, alla quale sarà devoluto il ricavato.

Continua a leggere

Inclusione, empowerment, diritti: è l’ora del Disability Pride

networkTorna il Disability Pride, un megafono per fare sentire potente la voce delle persone con disabilità, dei loro cari, dei loro amici, dei loro “alleati” non disabili. Sono voci generalmente flebili e disperse nei territori, spesso chiuse dentro qualche muro reale o virtuale che sia. Il Disability Pride riempie la strada dei corpi fisici di persone incomprimibili in un’unica definizione, ma che insieme reclamano pari dignità e diritti. Continua a leggere

I diritti della “terza nazione del mondo”: una consapevolezza che cresce

Come procede nel mondo la consapevolezza sui diritti delle persone con disabilità, coloro che, presi tutti assieme, del mondo costituiscono “la terza nazione”, citando il titolo di un libro di Matteo Schianchi? A giudicare dal numero dei Paesi che hanno ratificato la Convenzione ONU, il bilancio, in prospettiva storica, è più che positivo. Ma purtroppo, com’è noto, la ratifica non basta. Certi segnali, però, possono arrivare anche da un piccolo Paese dell’Africa, facendo capire che pur di fronte a un lavoro ancora gigantesco, nuove strade per i diritti stiano pian piano per aprirsi.

Continua a leggere

Barriere da abbattere: anzitutto quelle mentali

MP11C“La Convenzione sui diritti delle persone con disabilità, nonostante siano passati oltre 10 anni dalla sua entrata in vigore, l’attuazione di quanto disposto dall’art. 20 della Convenzione, ai fini pratici, è purtroppo ancora deficitaria.” Sono queste le parole di Luca Rivaroli, presidente dell’associazione Marcotti Osvaldo Onlus.

In questa puntata, l’articolo 20 (Mobilità personale) della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità è il protagonista.

Questa intervista fa parte della rubrica mensile che insieme al settimanale Mondo Padano e alla cooperativa Ventaglio Blu organizziamo alla scoperta dei progetti e delle organizzazioni che rendono effettivi gli articoli della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità.

Ogni intervista riguarda uno o vari articoli della Convenzione con lo scopo di approfondire non solo sul contenuto dell’articolo in sé ma soprattutto di scoprire le diverse modalità attraverso le quali ogni singolo articolo si “cala” nella nostra società, sia attraverso specifici progetti sia attraverso modifiche normative e/o legislative che negli anni hanno migliorato le condizioni di vita delle persone con disabilità.

Per avere ulteriori informazioni è possibile contattare l’associazione Anffas Cremona all’indirizzo info@paolomorbianffas.it

È possibile scaricare l’intervista a questo link

“La valigia è sempre pronta: la Sclerosi non mi ferma”

MP11C“Non è scontato, come potrebbe sembrare, che nei paesi occidentali sia tutto accessibile “. Sono queste le parole di Simona Anedda, curatrice del blog “In viaggio con Simona”.

In questa puntata, l’articolo 18 (Libertà di movimento e cittadinanza) e l’articolo 19 (Vita indipendente ed inclusione nella società) della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità sono i protagonisti.

Questa intervista fa parte della rubrica mensile che insieme al settimanale Mondo Padano e alla cooperativa Ventaglio Blu organizziamo alla scoperta dei progetti e delle organizzazioni che rendono effettivi gli articoli della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità.

Ogni intervista riguarda uno o vari articoli della Convenzione con lo scopo di approfondire non solo sul contenuto dell’articolo in sé ma soprattutto di scoprire le diverse modalità attraverso le quali ogni singolo articolo si “cala” nella nostra società, sia attraverso specifici progetti sia attraverso modifiche normative e/o legislative che negli anni hanno migliorato le condizioni di vita delle persone con disabilità.

Per avere ulteriori informazioni è possibile contattare l’associazione Anffas Cremona all’indirizzo info@paolomorbianffas.it

È possibile scaricare l’intervista a questo link

Falabella:”Abbiamo chiesto di attivare specifici corridoi umanitari”

MP11C“Ci siamo attivati sin dalle prime fasi dell’aggressione dell’Ucraina da parte dalla Russia, impegnandoci per evitare ogni ulteriore sofferenza alle persone più fragili, tra cui centinaia di migliaia di uomini, donne e bambini con disabilità“. Sono queste le parole di Vincenzo Falabella, presidente di FISH Onlus.

In questa puntata, l’articolo 14 (Libertà e sicurezza della persona), l’articolo 15 (Diritto di non essere sottoposto a tortura, a pene o a trattamenti crudeli, inumani o degradanti), l’articolo 16 (Diritto di non essere sottoposto a sfruttamento, violenza e maltrattamenti) e l’articolo 17 (Protezione dell’integrità della persona) della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità sono i protagonisti.

Questa intervista fa parte della rubrica mensile che insieme al settimanale Mondo Padano e alla cooperativa Ventaglio Blu organizziamo alla scoperta dei progetti e delle organizzazioni che rendono effettivi gli articoli della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità.

Ogni intervista riguarda uno o vari articoli della Convenzione con lo scopo di approfondire non solo sul contenuto dell’articolo in sé ma soprattutto di scoprire le diverse modalità attraverso le quali ogni singolo articolo si “cala” nella nostra società, sia attraverso specifici progetti sia attraverso modifiche normative e/o legislative che negli anni hanno migliorato le condizioni di vita delle persone con disabilità.

Per avere ulteriori informazioni è possibile contattare l’associazione Anffas Cremona all’indirizzo info@paolomorbianffas.it

È possibile scaricare l’intervista a questo link

I diritti umani degli studenti con disabilità: il percorso formativo per il sistema scolastico 

anffas fotoFormare i facilitatori territoriali”, è questo il titolo della prima iniziativa formativa coordinata da Anffas Nazionale all’interno del progetto “Inclusi – Dalla scuola alla vita. Andata e Ritorno – percorsi di sostegno all’inclusione sociale dei ragazzi con disabilità“* selezionato da “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Continua a leggere

ll nuovo Piano per le politiche sulla disabilità della Regione Lombardia

lombardia-disabilita-loghi-1Accessibilità, inclusione, salute e benessere: sono le tre macroaree di intervento del Piano Regionale per le Politiche in favore delle Persone con Disabilità 2021-2023 (PAR Disabilità) approvato dalla Giunta Regionale della Lombardia, del quale la Federazione LEDHA individua una serie di aspetti positivi, auspicando ora «che si apra prima possibile un confronto e un lavoro comune con le Associazioni maggiormente rappresentative, per definire i prossimi passi e fare in modo che gli impegni si trasformino in azioni concrete».

Continua a leggere

L’accessibilità è la porta verso l’emancipazione

MP11C

“L’evento accessibile è ancora occasionale e legato a momenti specifici che il più delle volte rappresentano un appuntamento di facciata privo di un senso più profondo”. Sono queste le parole di Stefano Pierpaoli, uno dei volti dell’associazione + Cultura Accessibile, nonché protagonista della nuova puntata della rubrica “A proposito di diritti”.

In questa puntata, l’articolo 9 della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità che sancisce il diritto all’accessibilità è il protagonista grazie alla collaborazione con una realtà molto attiva in questo ambito attraverso iniziative innovative come i corsi di Respeaking o il progetto Cinemanchìo, che ha portato in Italia (e anche a Cremona con la collaborazione con Anffas Cremona e Cinema FILO) le proiezioni cinematografiche con adattamento ambientale.

Questa intervista fa parte della rubrica mensile che insieme al settimanale Mondo Padano e alla cooperativa Ventaglio Blu organizziamo alla scoperta dei progetti e delle organizzazioni che rendono effettivi gli articoli della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità.

Ogni intervista riguarda uno o vari articoli della Convenzione con lo scopo di approfondire non solo sul contenuto dell’articolo in sé ma soprattutto di scoprire le diverse modalità attraverso le quali ogni singolo articolo si “cala” nella nostra società, sia attraverso specifici progetti sia attraverso modifiche normative e/o legislative che negli anni hanno migliorato le condizioni di vita delle persone con disabilità.

Per avere ulteriori informazioni è possibile contattare l’associazione Anffas Cremona all’indirizzo info@paolomorbianffas.it

È possibile scaricare l’intervista a questo link